Archivi del mese: Gennaio 2017


GROSSETO – Una lettera aperta all’assessore regionale alla sanità Stefania Saccardi. A scriverla e firmarla i rappresentanti di tutti i Collegi Ipasvi della Toscana, che rappresentano gli infermieri di tutta la Regione.
Una lettera per chiedere chiarimenti sul progetto di somministrare farmaci nelle scuole.

Gentilissima Assessore,
Leggiamo con stupore l’intesa che il suo assessorato ha siglato con l’Ordine dei Medici in merito alla somministrazione dei farmaci negli istituti scolastici e le scriviamo pubblicamente (http://www.quotidianosanita.it/toscana/articolo.php?articolo_id=46796). Non entriamo nel merito dell’intesa semplicemente perché non ne conosciamo i dettagli essendo stati del tutto esclusi da ogni passaggio non solo interlocutorio ma anche informativo. Oltre 26.000 infermieri apprendono così, in modalità del tutto passiva, sui social e sui quotidiani, che la loro funzione di garanti la somministrazione terapeutica, processo delicato che richiede più fasi e competenze specifiche da quelle relazionali a quelle educative oltre che conoscenze specifiche, è relegata ad un accordo che non ha visto la partecipazione della nostra professione.

Continua a leggere


Con tutta probabilità il Piano vaccinale 2016-2018 (pdf) verrà definitivamente approvato il 5 novembre dalla conferenza Stato-Regioni. I dati mostrano una flessione delle coperture vaccinali, sotto il 95%, soglia che garantirebbe l’eradicazione della circolazione di virus e batteri responsabili delle malattie prevenibili con vaccino. E’ importante quindi che il nuovo Piano si ponga l’obiettivo di garantire una copertura adeguata e l’uniformità dell’offerta vaccinale su tutto il territorio e tutte le fasce sociali, che mantenga il Paese libero dal virus della Polio e che persegua attivamente l’eradicazione di morbillo e rosolia, come recitano gli obiettivi dell’Organizzazione Mondiale della Sanità.

Continua a leggere


Alla nascita dell’ADI circa 4 anni fa, un certo Vic Lammers ha presentato una denuncia all’Ordine degli Avvocati di Roma per abuso della professione forense nei confronti del Presidente dell’Associazione ADI, deducendo che dalla homepage del sito www.aadi.it, si evidenziava con irrefutabile certezza che il Di Fresco praticava la professione di Avvocato nonostante non fosse iscritto al relativo albo.

Continua a leggere

13 GEN – Gentile direttore,
sogno un 2017 di cambiamento in merito a come la nostra categoria affronta il tema dell’identità di genere e dell’orientamento sessuale.
E’ necessario che anche l’Italia si adegui finalmente agli altri Paesi civili occidentali e inserisca nel Contratto Collettivo Nazionale dei medici il diritto al coming out da parte dei medici, la difesa dalle discriminazioni (come avviene ad es. In Inghilterra) e l’organizzazione di corsi di formazione per Medici di Famiglia, Psichiatri, Pediatri e Medici d’Emergenza-Urgenza.

Continua a leggere

Vaccini gratis e senza ticket. Il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, ha annunciato che il presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, ha firmato per dare il via libera all’aggiornamento dei Livelli essenziali di assistenza (Lea). Tale aggiornamento non avveniva in maniera uniforme da quindici anni. E, ha spiegato la Lorenzin, questo aveva comportato che alcune prestazioni fossero “totalmente a carico dei cittadini e in alcuni casi, ad esempio per più di 100 malattie rare, non era possibile averle gratuitamente in nessuna parte del territorio nazionale”. Tutto ciò che riguarda “meningococco, rotavirus e papilloma virus saranno gratuite”.

Continua a leggere

[ “Non siamo eroi, e se lo siamo, lo siamo tutti i giorni”. Cosi’ Emilia Squillante, una delle infermiere che sabato notte hanno prestato soccorso ai pazienti adagiati sul pavimento del pronto soccorso dell’ospedale Santa Maria della Pietà di Nola (Napoli).

Continua a leggere

Medici e infermieri. Verso una nuova stagione di rapporti. Oggi a Roma Comitato Centrale congiunto Fnomceo-Ipasvi. “Inizio di un percorso per collaborare”

Collaborazione, concertazione, complementarietà delle professionalità di ognuno, onestà intellettuale: queste le parole d’ordine dell’incontro, condivise dai rappresentanti dei due Comitati Centrali. Alla fine, la promessa di rivedersi presto per istituire un Tavolo di posizionamento, che formuli istanze e proposte concrete da portare ai rispettivi Consigli Nazionali.

13 GEN – Si è appena concluso a Roma, nella sede della Fnomceo, il primo incontro congiunto tra i Comitati centrali della Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici e degli Odontoiatri e della Federazione nazionale dei Collegi Infermieri Ipasvi.

Continua a leggere


Il sole 24 ore sanita
Le immagini del Pronto Soccorso dell’ospedale di Nola diffuse dai media sono certo drammatiche: non più l’abituale sovraffollamento di pazienti in barella, quando va bene, uno accanto all’altro, in attesa di un posto letto che non c’è, ma pazienti per terra, unico spazio disponibile per potere loro prestare le cure di cui hanno bisogno. Una novità, tra le foto di pazienti posteggiati sul tavolo operatorio, su panche o su barelle sottratte alle ambulanze, tra operatori stravolti che riempiono da tempo le pagine delle cronache nazionali e cittadine.
Per una volta, però, la latitudine non c’entra visto che lo stato dei Pronto Soccorso è rimasto l’unico elemento nazionale di un Servizio Sanitario balcanizzato.

Continua a leggere

l’infermiera e il marinaio foto simbolo del ‘900, Si tratta dell’appassionato bacio tra un’infermiera e un marinaio, immortalato in una fotografia scattata da Alfred Eisenstaedt in Times Square il 14 agosto 1945 alla fine della Seconda Guerra mondiale.

Alfio Stiro

Post N4.0

«I miei angeli sono stremati. Corro a portar loro la colazione. Oggi la mia domenica sarà al Sacco. [continua]

Ci risiamo, la dott.ssa Balanzoni nota ai social per la sua dichiarata avversità e aggressività nei [continua]

Parla il personale sanitario del reparto interessato dai casi di Coronavirus: «Siamo al terzo turno, [continua]

Che cos’è Il Coronavirus identificato a Wuhan, in Cina, per la prima volta alla fine del 2019 è un n [continua]

Vertice a Catania con l’assessore alla salute: chi ha sintomi non vada in ospedale. “Le raccomandazi [continua]