Archivi del mese: Settembre 2016

adi
Il nuovo mansionamento de La Repubblica

Quotidiano La Repubblica “larepubblica@repubblica.it”

Gentile redazione, in un Vostro articolo apparso ieri (20/09/2016, pag. 28) dal titolo “Perché sono indispensabili” viene pubblicata una sorta di mansionario degli Infermieri.
Tale articolo ha giustamente suscitato sentimenti di risentimento, misti a sdegno, da parte dell’intera categoria infermieristica; un vero e propri vespaio di commenti di indignazione che si sussegue ormai da ore sui social network.
Nel vostro articolo, (una sorta di decalogo) si elencano una serie di mansioni cui gli infermieri sarebbero tenuti ad ottemperare.

Continua a leggere

alfredo-168x300 Di Annalisa Pennisi.Il presente articolo propone una riflessione sulla responsabilità articolata su cinque livelli, rappresentati da altrettante domande. Da questi livelli di riflessione-azione emerge un concetto di responsabilità situazionale, cioè mai uguale a se stessa, ma sempre da contestualizzare.
L’azione responsabile nasce dal pensiero responsabile. Questa affermazione origina da una riflessione sulla celebre frase di Margaret Thatcher: “cura i pensieri: diventeranno parole. Cure le tue parole: diventeranno le tue azioni. Cura le tue azioni: diventeranno abitudini. Cura le tue abitudini: diventeranno il tuo carattere e cura il tuo carattere perché diventerà il tuo destino. Diventiamo quello che pensiamo”. Se il pensiero è la base dell’agire, dietro a un’azione responsabile vi deve essere un pensiero responsabile.

Continua a leggere

inf bambinaQuotidiano sanita.it
Lo scenario dell’assistenza sanitaria nella primary care stelle-e-strisce del futuro è già scritto. I medici sono sempre meno, mentre le università sfornano sempre più infermieri con competenze da practitioner. Ed è lo stesso mercato sanitario a richiederli. Sono competenti, piacciono ai pazienti e costano il 30% circa in meno di un medico di famiglia.

Continua a leggere

tessera europea
Commissione e Parlamento il 9 settembre hanno deciso di agire per migliorare l’equilibrio vita/lavoro di tutti i cittadini, uomini e donne: una leva in grado di migliorare notevolmente l’attuale disuguaglianza di genere. Ecco alcuni dati di contesto che raccontano la situazione, oggi. In tutta Europa il tasso di natalità è sensibilmente diminuito negli ultimi decenni. Gli studi dell’ultimo decennio sollevano molti dubbi riguardo l’effettiva efficacia di un più lungo orario di lavoro in termini di aumento della produttività. La perdita di PIL nel mercato del lavoro europeo attribuibile al gender gap è stimata al 10%.

Continua a leggere

no DI Luca Benci Giurista.

Nella riforma Renzi/Boschi il parlamento resta a composizione bicamerale: la Camera dei deputati e il Senato della Repubblica. Quello che cambia, come vedremo, è il c.d. “bicameralismo perfetto” sistema nel quale le due Camere hanno gli stessi identici compiti.
In questa “pillola” concentreremo la nostra attenzione sulla composizione di quello che si vorrebbe far diventare il nuovo parlamento, rimandando al prossimo appuntamento le funzioni.

Nel sistema che si intende introdurre la Camera conserverebbe gli stessi parlamentari (630) e l’elettività, e rimarrebbe l’unico ramo del parlamento a votare la fiducia al Governo: “il Governo deve avere la fiducia della Camera dei deputati” recita il primo comma dell’articolo 94 riscritto.

Continua a leggere

cannizzaro

Si tratta di un’area della Medicina e Chirurgia d’Accettazione e Urgenza (MCAU) nella quale i pazienti non critici vengono trattenuti per approfondimenti necessari a chiarire la diagnosi o per il monitoraggio del quadro clinico e che consente, così, di garantire maggiore appropriatezza nei ricoveri o nelle dimissioni, innalzare la qualità dell’assistenza e ridurre i tempi di attesa in Pronto Soccorso.

Continua a leggere

di fresco
Associazione Avvocatura di Diritto Infermieristico presieduta dal Prof Mauro Di Fresco ha in corso due procedimenti impugnati presso la Commissione Centrale delle Professioni Sanitarie del Ministero della Salute che, per legge, decide sui ricorsi avversi le sanzioni disciplinari irrogate dal Collegio IPASVI.

La sanzione, finché il ricorso è pendente al Ministero della Salute, non è esecutiva e, quindi, rimane sospesa. Questa procedura, così come conferma la giurisprudenza di legittimità, è di natura amministrativa e pertanto deve essere necessariamente conclusa entro 90 giorni dal deposito del ricorso al Ministero.

Ma c’è un gravissimo problema

La Commissione Centrale è sospesa sine die perché la Corte Costituzionale sta valutando le norme funzionali interne e, di converso, degli stessi Collegi IPASVI, come sostenuto in tempi non sospetti dall’Associazione ADI Infatti abbiamo impugnato le sanzioni IPASVI proprio su questo fronte e le abbiamo vinte perché ambedue le procedure sono perente per decorrenza del termine conclusivo del procedimento.
Fonte A.A.d.i

syringe-of-air Venerdì 23 gennaio 2015 Su Nature Communications.i t è stato presentato un nuovo sistema di somministrazione di farmaci che prevede l’utilizzo di nanoparticelle a “rilascio innescato” in grado di rilasciare gli agenti terapeutici solo all’interno della cellula bersaglio. Lo studio è stato condotto dai ricercatori del Dipartimento di Chimica dell’Università di Warwick nel Regno Unito.

Continua a leggere

alfio stiro. Da Quotidiano sanita.it Per la Corte di Giustizia Europea l’utilizzo dei contratti a tempo determinato può essere giustificato solo dalla necessità di far fronte ad esigenze provvisorie. “Il diritto dell’Unione è avverso ad una normativa nazionale che permetta il rinnovo di contratti a tempo determinato per far fronte ad esigenze mentre, in realtà, tali esigenze sono permanenti”. LA SENTENZA.

Continua a leggere

alfio stiroDa Quotidiano Sanita.it
Oltre 200 specialisti a confronto per il Congresso nazionale SIMSPe Onlus E’ scientificamente dimostrato che la trasmissione di queste infezioni (HIV-HBV-HCV) è 6 volte più frequente da pazienti inconsapevoli rispetto a quelli che ne sono a conoscenza. Tra i temi del convegno la gestione e la terapia delle epatiti virali croniche; la tutela della salute nei minori ristretti; la condizioone nelle carceri europee; HIV e coinfezioni con virus epatici.

Continua a leggere

Alfio Stiro

Post N4.0

Dadone CISL Roma, 24 febbraio 2020 – “In momenti delicati come questi, dobbiamo certamente mettere d [continua]

“Intorno al 2020 una grave polmonite si diffonderà in tutto il mondo”, si legge nel testo. una coinc [continua]

Medici e infermieri in trincea: “Turni infiniti, stress e paura” La trincea ha un prato verde molto [continua]

Il coronavirus secondo Xi: «La più grande emergenza sanitaria della nostra storia» L’ammissione del [continua]

Legami incerti con Cina o persone già infette. La cosa ci preoccupa. A dirlo è Hans Kluge, il dirett [continua]