ospedale di parigi
È una foto che parla da sola”. Pourya Pashootan è un giovane medico, lavora all’ospedale Saint Louis di Parigi e la notte degli attentati si è rimboccato le maniche e si messo al lavoro per salvare decine di vite umane, insieme ai suoi colleghi, infermieri e rianimatori. Ha impiegato pochi brevi istanti per scattare una foto, che subito ha iniziato a circolare in rete; l’immagine mostra la stanza affollata, con i letti vicini, in cui 40 tra dottori, infermieri e anestesisti lavoravano nello stesso momento per lo stesso obiettivo: lenire gli effetti di quella tragedia.

L’ospedale Saint Louis si trova a pochi minuti di distanza dalle aree attaccate, il locale Carillon, il Bataclan e La Belle Equipe. “Senza nessuna esitazione, ci siamo presentati tutti in ospedale. Quando ho visto quella scena, l’ho trovata bellissima. Ho scattato la foto e mentre tornavo a casa ho pensato che mi sarei pentito a non condividerla con qualcuno”, ha raccontato il dottor Pashootan al TIME. “Non credevo che sarebbe diventata virale”, ha spiegato sottolineando lo stupore che ha provato, invece, nel vedere le molteplici condivisioni sui social network.

“È una foto che parla da sola, non ha bisogno di didascalie. Non ci sono molte foto di questo tipo. Mostra un’intera squadra di professionisti mobilitati e pronti ad affrontare il lato peggiore degli eventi”. Il caos, la disperazione, la confusione e, nello stesso tempo, il coraggio, la prontezza di riflessi, il senso del dovere: è questo il mix che traspare dall’immagine. “Non è il tipo di scena che siamo abituati a vedere – ha aggiunto -. Sembrava la guerra”.Il TIME ha raccontato cosa si nasconde dietro quello scatto.

Ma non solo il personale del Saint Louis ha vissuto l’incubo: anche gli altri ospedali della città e dintorni si sono messi in moto. Un’infermiera in servizio in uno di questi ha dato vita ad un “Ask me Anything” su Reddit, un botta e risposta sul social network per aiutare gli utenti a capire meglio lo svolgimento dei fatti di quella notte, secondo il suo punto di vista. Ha spiegato che la struttura ha ricevuto più del doppio dei pazienti che riceve normalmente in una notte e che “la mole sarebbe stata insostenibile se lo staff non fosse accorso dalle proprie case”.

Un uomo riempito di pallottole e tantissimi pazienti apparentemente calmi a causa dello shock: sono queste le immagini ancora vive nella mente dell’infermiera. Nonostante la tragedia, la donna dice che il team non si è fatto prendere dal panico e ha rispettato l’ordine di gravità delle ferite. Ma non ha dubbi: “Il ricordo e il trauma di quella notte mi accompagneranno per tutta la vita”.

The following two tabs change content below.
alfio stiro
Alfio Alfredo Stiro nasce in Sicilia a Catania il 22/01/1970, consegue la laurea in infermieristica presso la facoltà di Medicina e Chirurgia di Catania e successivamente il Master in Management delle Professioni Sanitarie. Master in osteopatia posturale presso l'universita di Pisa dipartimento di endocrinologia e metabolismo,ortopedia e traumatologia,medicina del lavoro. E scuola di osteopatia belga, Belso.ha frequentato numerosi corsi sull'emergenza, in servizio presso l’U.O. di Pronto soccorso e Ps pediatrico. Azienda Cannizzaro per l'emergenza di catania.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 
Ultime notizie
NurseNews.eu

Pfe, i lavoratori: “Il presidente è persona semplice che ama le regole”.

Riportiano la nota integrale pubblicata su Caltanissettalive inviata dai lavoratori della Pfe di Palermo: ”I Lavoratori della Pfe S.p.A., azienda attiva ...

Continua a leggere

Zangrillo: Il virus clinicamente non esiste più, tornare alla vita normale Seconda ondata? Scomparirà per sempre come Mers e Sars

Alberto zangrillo "Il virus clinicamente non esiste più", Parole forti quelle pronunciate dal primario del San Raffaele Alberto Zangrillo nel dibattito ...

Continua a leggere

Dati shock dai test sierologici: in Sicilia boom di contagiati guariti da soli

I test sierologici hanno messo in risalto una verità nascosta: il numero più alto di contagiati inconsapevoli. Dati shock arrivano dalla ...

Continua a leggere

Coordinamento nazionale professioni sanitarie Cisl fp: ritirato il DM che sostituva i docenti universitari Infermieri con i medici.

Giusta vittoria delle professioni infermieristiche contro il DM 82 dello scorso 14 maggio 2020, nel quale il ministro Gaetano Manfredi ...

Continua a leggere

FNOPI: nei corsi di laurea in infermieristica docenti solo infermieri.Ritirato il decreto che penalizzava gli infermieri.

“Il comma 2 dell’articolo 1 del decreto ministeriale 14 maggio 2020 (prot.n. 82), è abrogato”: non ci saranno più, cioè, ...

Continua a leggere

Giornata “Camici bianchi”: la politica non (ri-)conosce gli infermieri

Giornata “Camici bianchi”: la politica non (ri-)conosce gli infermieri

    “Non possiamo accettare che una giornata dedicata agli operatori della sanità in prima linea nella lotta alla pandemia si caratterizzi ...

Continua a leggere

Sanità, Cisl Sicilia: dura nota all'assessore Razza. Personale ancora in attesa dei bonus Covid-19, chiediamo di essere convocati

Sanità, dura nota all'assessore Razza: Lavoratori della sanità pubblica e di Seus 118 ancora in attesa degli incentivi statali destinati con ...

Continua a leggere

Covid 19:sì unanime al Senato per la Giornata nazionale dei camici bianchi.

Covid 19:sì unanime Senato a Giornata nazionale camici bianchi. (askanews) La commissione Affari costituzionali del Senato ha pprovato all’unanimità, in sede ...

Continua a leggere

Covid 19:uno scudo genetico nel Sud Italia avrebbe protetto i suoi abitanti.

Uno 'scudo genetico' potrebbe aver protetto l'Italia del Sud dallo tsunami Sars-CoV-2 che ha travolto le regioni del Nord. "L'ipotesi ...

Continua a leggere

DAL DECRETO DI RILANCIO UNA GRANDE OCCASIONE PER L’INFERMIERE DI FAMIGLIA.

La prima stesura del “The family health nurse - Context, conceptual framework and curriculum1” è stata prodotta dall’ufficio regionale Oms ...

Continua a leggere

Lettera alla redazione