nurse donna Difficoltà a concepire un figlio? Forse fate un lavoro troppo pesante o che richiede un impegno troppo elevato: lo stress e la stanchezza, si sa, non aiutano quando si è alla ricerca di un bimbo.

Ma il team di studiosi americani della Chan School of Public Health di Boston e della Harvard Medical School è andato oltre, e ha cercato di capire quali tipi di professione incidono sulla fertilità femminile: sembra che quello dell’infermiera sia uno dei lavori che rendono più difficile il concepimento.

La loro ricerca è stata pubblicata sulla rivista Occupational and Enviromental Medicine e ha coinvolto più di 1.700 infermiere che stavano cercando un bambino.

A ognuna è stato chiesto di compilare un questionario sul proprio stile di vita e sulle caratteristiche della professione. Ad esempio, quante ore di lavoro siano previste ogni settimana e se ci fosse bisogno di spostare i pazienti o sollevare oggetti pesanti. Ogni intervistata è stata seguita per due anni, per registrare il numero di quelle rimaste incinte e il tempo impiegato per concepire. Dopo un anno dalla prima intervista, solo il 16% delle donne aspettava un bambino, e dopo due anni il 5%.

Gli studiosi sono tornati ad analizzare i questionari, per individuare i fattori di rischio della fertilità, così bassa rispetto alla media. Il risultato: molte infermiere avevano un’età elevata (la metà almeno 33 anni), problemi di peso (44 su 100 erano obese o in sovrappeso) e fumavano (il 22% fumava ancora o era una ex fumatrice).

Non solo. Le infermiere intervistate lavoravano più di 40 ore alla settimana: le donne impegnate così a lungo impiegano circa il 20% di tempo in più a concepire un bambino rispetto a quelle che lavoravano dalle 21 alle 40 ore alla settimana. Ancora, erano abituate a spostare oggetti pesanti oltre gli 11 chili: un’attività che ritarda del 50% la gravidanza.

fonte

The following two tabs change content below.
alfio stiro
Alfio Alfredo Stiro nasce in Sicilia a Catania il 22/01/1970, consegue la laurea in infermieristica presso la facoltà di Medicina e Chirurgia di Catania e successivamente il Master in Management delle Professioni Sanitarie. Master in osteopatia posturale presso l'universita di Pisa dipartimento di endocrinologia e metabolismo,ortopedia e traumatologia,medicina del lavoro. E scuola di osteopatia belga, Belso.ha frequentato numerosi corsi sull'emergenza, in servizio presso l’U.O. di Pronto soccorso e Ps pediatrico. Azienda Cannizzaro per l'emergenza di catania.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 
Alfio Stiro

Post N4.0

È il primo Paese al mondo a prendere una decisione del genere nei nostri confronti. La causa: «La sc [continua]

Il malato ha il diritto – a condizione che lo desideri – di avere piena cognizione del proprio stato [continua]

Roma, 24 febbraio 2020 – “Va adottato quanto prima un dispositivo normativo che garantisca la contin [continua]

Il celebre virologo Roberto Burioni torna a parlare del Coronavirus Roberto Burioni, il noto virolog [continua]

Dadone CISL Roma, 24 febbraio 2020 – “In momenti delicati come questi, dobbiamo certamente mettere d [continua]