La nascita del dirigente infermieristico è stata legiferata solo nel 2000 con la Legge n.251 (art.7).

Il SITRA (Servizio Infermieristico Tecnico Riabilitativo Aziendale) organizza e coordina il personale infermieristico, ostetrico, tecnico sanitario, riabilitativo e della prevenzione, oltre che gli operatori di supporto. La direzione di questo servizio è generalmente affidata ad un infermiere, ma a seconda del contesto potrebbe anche essere data ad un’altra figura tra quelle prima citate.

Continua a leggere


Catania
Lintero-Team-che-ha-partecipato.j
L’innovativa tecnica è stata sperimentata con successo giovedì 14 luglio presso l’Unità di Cardiologia Interventistica dell’Ospedale Ferrarotto di Catania diretta dal Prof. Corrado Tamburino su un paziente più volte ricoverato per insufficienza mitralica inoperabile e gravata da insufficienza cardiaca.

Continua a leggere

Agata Consoli (Segretario Provinciale FIALS Catania):

Dalle
parole si passi subito ai fatti»

Va letta certamente in chiave positiva l’occasione di incontro,
realizzatasi ieri, del mondo della sanitaà siciliana con il ministro Beatrice
Lorenzin. La titolare del dicastero eà apparsa tanto determinata nei
propri intenti, seppur gli stessi non appaiano sempre condivisibili –
almeno per la FIALS – oltre a confermarsi interlocutrice disponibile e
chiara, finanche nel linguaggio usato, comprensibile a tutti.

Continua a leggere


Ai fine di rendere più agevole l’accesso alla terapia vaccinale, la somministrazione può essere effettuata da medici e infermieri, anche presso le farmacie pubbliche e private del territorio nazionale»

. 1.101 (testo 2) Dopo il comma 3, aggiungere i seguenti: «3-bis. Le vaccinazioni di cui al presente articolo possono essere somministrate da personale infermieristico presso le farmacie aperte al pubblico, su indicazione dei medici chirurghi e secondo le modalità stabilite con decreto ministeriale da adottarsi entro 90 giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge; con il medesimo decreto verranno stabilite altresì le modalità per assicurare l’aggiornamento del libretto individuale delle vaccinazioni.

3-ter. Le farmacie presso cui si svolge l’attività di cui al comma 3-bis devono essere dotate di spazi idonei sotto il profilo igienico sanitario e atti a garantire la tutela della privacy. 3-quater. Le modalità relative allo svolgimento del servizio di somministrazione delle vaccinazioni in farmacia sono regolate, senza nuovi maggiori oneri per la finanza pubblica, da accordi tra le regioni e le organizzazioni sindacali maggiormente rappresentative delle farmacie pubbliche e private, tenendo anche conto delle specificità e della importanza del ruolo svolto in tale ambito dalle farmacie rurali. Per garantire l’approvvigionamento dei vaccini da parte delle farmacie le regioni si avvalgono della facoltà prevista dall’articolo 8, comma 1, lettera a), del decreto-legge n. 347 del 2001, convertito nella legge n. 405 del 2001 ». 1.101 (testo 3) D’AMBROSIO LETTIERI, MANDELLI Dopo il comma 3, aggiungere i seguenti: «3-bis. Le vaccinazioni di cui al presente articolo possono essere somministrate da personale infermieristico presso le farmacie aperte al pubblico, su indicazione dei medici chirurghi e secondo le modalità stabilite con decreto ministeriale da adottarsi entro 90 giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge; con il medesimo decreto verranno stabilite altresì le modalità per assicurare l’aggiornamento del libretto individuale delle vaccinazioni. 3-ter. Le farmacie presso cui si svolge l’attività di cui al comma 3-bis devono essere dotate di spazi idonei sotto il profilo igienico sanitario e atti a garantire la tutela della privacy.».

Alfio Stiro
NurseNews.eu

Il ministro Lorenzin con l’ON Nino D’asero: I Sanitari non possono essere aggrediti mentre effettuano le terapie. Queste sono cose che avvengono in Paesi del Terzo Mondo

Veste i panni del medico il ministro della Salute Beatrice Lorenzion e a Catania parla della salute della sanità siciliana. “La salute c’è”: esordisce il ministro che aggiunge “ma speriamo che migliori il prossimo anno”. la nuova Rete applica finalmente un approccio molto innovativo e moderno per la Sicilia e questo permetterà e permette già adesso di realizzare anche quasi 3.000 assunzioni con i concorsi fatte in base a fabbisogni specifici: cioè non ci servono 200 medici in Asl ma quanti anestesisti, quanti geriatri, quanti infermieri, quanti specialisti rispetto ai fabbisogni reali per l’operatività della realtà siciliana’’.

Continua a leggere

Introduzione Alfio Stiro

Decreto vaccini.
In Commissione sanità è stato approvato , l’articolo 1bis che recita :” la pratica vaccinale può essere effettuata in farmacia da medici ,anche con la collaborazione di infermieri o assistenti sanitari.”
Oggi “la polemica” sul l’art.1bis della FNOMCeO (Ordine dei medici) su Quotidiano Sanita. In sostanza i medici non vogliono che gli infermieri unici professionisti responsabili della somministrazioni dei farmaci ,somministrino vaccini in farmacia, causando una presunta “confusione” di ruoli e di responsabilità.

Ricordiamo ai lettori che i medici per norma giuridica non possono praticare l’arte medica dentro le farmacie,per escludere eventuali conflitti d’interesse

Leggi anche decreti attuativi 2010 infermieri in farmacia

Pubblicato Gu 10 Marzo 2011
Link

http://www.quotidianosanita.it/allegati/create_pdf.php?all=6906020.doc

Continua a leggere

«L’Usl1 ha presentato le controdeduzioni, l’istruttoria è in corso»

BELLUNO ospedale SAN MARTINO. La caposala di un’unità operativa chirurgica del San Martino rischia una sanzione salatissima per aver fatto quello che si fa in ogni reparto, quando da un momento all’altro manca l’infermiere di turno e si deve far quadrare il cerchio per garantire l’assistenza ai degenti: l’aver organizzato più turni consecutivi, senza rispettare l’obbligo di riposare per un determinato numero di ore.

Continua a leggere

Il tempo relazione con la persona e la famiglia sono essenziali per il medico ,Ed ancor più per gli infermieri e di tutti gli operatori il cui contenuto del lavoro parte da una efficace ed autentica capacità di ascolto,di interazione,di reciprocità nella conoscenza fra assistito e assistente.Il tempo lavoro e’ calcolato sempre sulla prestazione mai sulla relazione .
Eppure basterebbe togliere attività improprie al personale sanitario ( segretariato,logistica,riunioni,…..) oggi si calcola che un professionista dedica dal 50 al 60/ cento del tempo in attività burocratiche .
Altra condizione sono la mancanza Di criteri per la composizione delle equipe
Senza dimenticare che nessuno insegna o chiede di apprendere le capacità e le competenze per la relazione di cura.

NurseNews.eu

Danilo Massaia,
Infermiere
Dirigente sanitario
Presidente collegio Ipasvi

La Fp Cgil, la Fp Cgil medici e la Camera del lavoro di Catania si aspettano dunque di “potere contare su un presidio attivo con oltre 450 posti letto, un pronto soccorso pienamente funzionante, un’area traumatologica in linea con quanto progettato”

L’apertura dell’ospedale San Marco è necessaria soprattutto a pezzi di città sino ad oggi scoperti di importanti servizi sanitari, ma anche alla delocalizzazione degli ospedali; deve perciò rispondere in pieno agli obiettivi che la città aspetta da anni. Per questo è impossibile anche solo pensare che diventi una delle tanti cattedrali del deserto nel sud Italia.

Continua a leggere

I dati diffusi oggi dall’Istat confermano l’allarme che stiamo lanciando ormai da tempo: la longevita’ di massa e’ uno ‘tsunami’ inarrestabile e quello che ci preoccupa di piu’ e’ che i decisori non ci sembrano consapevoli dell’urgenza con cui e’ necessario intervenire. Due numeri sintetizzano questo allarme: l’impetuoso invecchiamento della popolazione porta gli over 65 a raggiungere la soglia del 22%, cioe’ la quota piu’ alta in Europa; dall’altra parte cresce il numero di italiani che, a causa di problemi economici, rinuncia alle cure: tra il 2008 e il 2015 la quota passa dal 4 a 6,5% della popolazione”.

Continua a leggere

Alfio Stiro

Post N4.0

Agata Consoli (Segretario Provinciale FIALS Catania): Dalle parole si passi subito ai fatti» Va lett [continua]

Il ministro Lorenzin con l’ON Nino D’asero: I Sanitari non possono essere aggrediti mentre effettuan [continua]

Introduzione Alfio Stiro Decreto vaccini. In Commissione sanità è stato approvato , l’articolo 1bis [continua]

«L’Usl1 ha presentato le controdeduzioni, l’istruttoria è in corso» BELLUNO ospedale SAN MARTINO. La [continua]